Match Point: Delitto e castigo secondo Woody Allen


Recensione di Gianni Vittorio

Una pallina da tennis viene lanciata da una parte all’altra del campo; a un certo punto, la pallina rimbalza sulla rete e rimane sospesa nell’aria: sarà solo il caso a decidere in quale metà del campo cadrà alla fine, decretando così le sorti della partita.Questo l'incipit del film.
Entrato di diritto tra i migliori noir degli ultimi 20 anni, è il primo film in cui Woody Allen sposta l'ambientazione da New York a Londra, cambiandone anche i toni e l'impostazione che caratterizzano le sue opere.
Chris Wilton è un tennista che ha rinunciato alla sua carriera e ora fa il maestro di tennis a Londra in un club esclusivo. Grazie ad un suo allievo si introduce in una ricca famiglia e sposa sua sorella, facendo carriera.Tutto sembrerebbe perfetto fino a quando conosce Nora, la fidanzata del cognato. Se ne innamora e, pur sposandosi ne diventerà l'amante. La nascita del figlio li porterà alla tragedia.
Un film sulla casualità umana e sull'arrivismo dettato dalle fredde leggi meccaniche del successo.
Gianni Vittorio

Voto 10